Mentre un numero significativo di persone è stata su un aereo, pochissime sono state alle più alte delle normali altitudini di crociera. La maggior parte dei moderni aerei di linea può volare a non più di 42.000 piedi, 12.500 metri circa. Ma cos'è il tetto di servizio massimo e perché è necessario?

Siamo tutti abituati a sentire annunci dalla cabina di pilotaggio che ci informano della nostra altitudine di crociera. normalmente siamo ad un'altezza di circa 35.000 piedi.

La maggior parte delle persone interessate ad andare più in alto probabilmente hanno fatto domanda per un programma per gli astronauti in gioventù. O, per lo meno, stanno risparmiando per un biglietto per salire a bordo del veicolo spaziale commerciale di Virgin Galactic, il VSS Unity.

Più in alto sale un aereo, più sottile diventa l'aria. Questo si traduce in un volo più efficiente a causa della minore resistenza nell'atmosfera. Allora perché i jet moderni non vanno ancora più in alto?

Non c'è abbastanza ossigeno per i motori

Tutti gli aeromobili hanno limiti definiti per l'altitudine massima di volo. Una altitudine maggiore nonn è considerata sicura da usare. Ad esempio, l'Airbus A350-1000 ha un tetto di servizio di 41.500 piedi. I Boeing 787-8 e -9 Dreamliner, insieme ai tanto attesi 777X, hanno un limite di 43.100 piedi. Il 787-10 è progettato per 41.100 piedi.

Questi limiti sono rimasti più o meno gli stessi dall'inizio dell'era dei jet moderni. Ad esempio, il Boeing 747-200, lanciato nel 1968, aveva un tetto di servizio di 45.100 piedi. L'unica eccezione marcata è il Concorde, che è stato certificato per volare a 60.000 piedi.

Mentre un'atmosfera meno densa significa più efficienza, arriva il punto in cui l'aria diventa troppo rarefatta. Ciò significa che non ci sono abbastanza molecole di ossigeno per volume d'aria affinché i motori generino una spinta sufficiente. Successivamente, le ali non produrrebbero una portanza adeguata. Nel caso in cui un motore dovesse spegnersi, sarebbe anche più difficile riavviarlo.

Non c'è abbastanza ossigeno per i passeggeri

Nel frattempo, ci sono ulteriori considerazioni sulla sicurezza dovute a quello che viene chiamato "tempo di coscienza utile" - TUC, noto anche come tempo di prestazione effettivo. Questo è il tempo che intercorre tra l'interruzione della normale alimentazione d'aria o l'esposizione a un ambiente povero di ossigeno fino alla perdita della capacità di funzionare utilmente.

A 35.000 piedi, quell'annuncio di altezza ordinario e rassicurante, il tempo a disposizione di un passeggero per prendere ed usare una maschera ad ossigeno, prima che svenga, a causa di una mancanza di ossigeno da parte del sistema di ventilazione dell'aereo è da 15 a 30 secondi. Volando, per esempio, vicino ai 50.000 piedi, scende a soli 5 secondi. Il TUC non è la stessa cosa del tempo di incoscienza, ma quei secondi sono vitali affinché i passeggeri si sistemino in sicurezza le maschere di ossigeno.

Altri articoli
Cosa succede quando un aereo viene colpito da un fulmine?
Quanto è pericolosa una turbolenza per un aereo
Covid19, come scegliere il posto più sicuro in aereo