La Protezione Civile Italiana ha confermato che la caduta di frammenti dovuti al rientro nell'atmosfera del secondo stadio del razzo spaziale cinese Long March 5B potrebbe interessare 9 delle Regioni italiane.

Il modulo del scondo stadio al momento perde costantemente quota, l'apogeo della sua orbita è di 267 chilometri e il perigeo di 156 chilometri.

Il 29 aprile il razzo spaziale CZ-5B è decollato dal sito di lancio di Wenchang per orbitare attorno al modulo centrale Tianhe (Via Lattea) della futura stazione spaziale cinese. Il modulo della seconda fase di spinta del razzo non è in grado di manovrare ed è attualmente in fase di rientro incontrollato. La sua massa è di circa 18 tonnellate

Le regioni che potrebbero essere coinvolte nella caduta dei frammenti sono Umbria, Lazio, Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Puglia, Calabria, Sicilia e Sardegna.

Si prevede che il rientro nell-atmosfera terrestre sia alle 2:24 del 9 maggio, con un margine di errore di circa 6 ore.

La Protezione Civile consiglia di rimanere all'interno degli edifici, se possibile, lontano da porte in vetro e finestre in quel lasso di tempo.

Dare un'orario preciso, riporta la Protezione civile, è difficle e complesso e sarà in costante aggiornamento man mano che il modulo si avvicinerà all'atmosfera terrestre perchè sarà legato al comportamento dello stesso razzo, agli effetti che la densità atmosferica imprime agli oggetti in caduta e a quelli legati all'attività solare.

Nell'intervallo temporale delle 6 ore prese in considerazione sono state considerate tre traiettorie che potrebbero vedere coivolta l'Italia. Il consiglio tecnico composto da Asi, da un membro dell'ufficio del Consigliere militare della Presidenza del Consiglio, rappresentati del ministero dell'Interno - Dipartimento dei Vigili del Fuoco, della Difesa Coi, dell'Aeronautica Militare - Isoc e degli Esteri, Enac, Enav, Ispra e la Commissione Speciale di Protezione civile della Conferenza delle Regioni continuerà, insieme ai rappresentanti delle Regioni che potrebbero essere coinvolte, a seguire tutte le operazioni del rientro del modulo, fornendo analisi e aggiornamenti sull'evoluzione della situazione.