L'aeroporto di Narita inizia unn periodo di test per il riconoscimento facciale per viaggiare più velocemente

TOKYO: L'aeroporto di Narita, vicino a Tokyo, ha iniziato la sperimentazione dell'uso del riconoscimento facciale per i viaggiatori internazionali, senza bisogno di mostrare passaporti o biglietti aerei dopo il check-in.

Il processo di "Face Express", che ha lo scopo di accelerare il processo di imbarco e fornire un'esperienza senza contatto per i passeggeri, ha coinvolto solo il personale dell'aeroporto e non i viaggiatori effettivi, hanno ripotato al Narita International Airport Corp.

Il sistema dovrebbe essere adottato al Narita e all'aeroporto di Haneda, l'altro gateway internazionale di Tokyo, da luglio.

I passeggeri che desiderano utilizzare il sistema Face Express saranno fotografati al check-in quando registrano i loro passaporti e le carte d'imbarco.

L'elaborazione dell'ID biometrico significa che i passeggeri non dovranno continuare a estrarre i passaporti e i biglietti al deposito bagagli, ai controlli di sicurezza e ai gate di imbarco con telecamere, garantendo un viaggio aereo senza problemi.

Porterà anche a un ridotto contatto fisico tra viaggiatori, macchine, aeroporto e personale di volo, contribuendo a prevenire la diffusione del coronavirus durante la pandemia, ha affermato l'operatore aeroportuale.

I dati dei passeggeri, comprese le immagini del viso, verranno eliminati entro 24 ore dalla registrazione per proteggere la privacy.

Il Face Express dell'aeroporto di Narita sarà utilizzato inizialmente da All Nippon Airways e Japan Airlines, espandendosi gradualmente ad altre compagnie aeree.

All'aeroporto di Haneda, tutte le compagnie aeree che volano su rotte internazionali useranno il nuovo sistema.