Mentre i negoziati con l'UE sono in stallo, Alitalia sta rapidamente esaurendo i soldi. La compagnia aerea non può ricevere fondi dal governo italiano fino a quando non riceve il cenno positivo del capo dell'UE, lasciando la compagnia aerea a corto di soldi. A meno che non si verifichi presto una svolta, Alitalia potrebbe non avere la fortuna e il tempo per continuare a volare.

Alitalia ha già iniziato a rimanere indietro sugli impegni finanziari, incluso il pagamento della piena retribuzione ai suoi dipendenti, il mese scorso.

Problemi incombenti

Secondo un rapporto di Bloomberg, i negoziati tra il governo italiano e il capo antitrust dell'UE Margrethe Vestager non hanno dato risultati. Le due parti non sono d'accordo sul fatto che la nuova compagnia aerea appena finanziata debba ricevere il marchio, le risorse e gli slot chiave di Alitalia o acquistarli al tasso di mercato.

Secondo il piano attuale, Alitalia diventerà di proprietà di ITA, o Italia Trasporto Aereo, e sarà di proprietà del governo. La nuova leadership prevede di rivedere completamente la compagnia aerea e riportarla alla redditività. Tuttavia, l'UE ha sollevato dubbi sui piani di ITA per Alitalia e non è convinta che possa essere rivista.

L'UE ha domande sul rapporto tra ITA e Alitalia e se il nuovo piano è fattibile.

L'Unione Europea chiede a ITA di separarsi nettamente da Alitalia. Ciò significherebbe non utilizzare il nome o qualsiasi attività della compagnia aerea in bancarotta e ricominciare da capo. Tuttavia, l'Italia non vuole rinunciare a slot chiave in aeroporti come Milano e riacquistare asset Alitalia come aerei e assumere nuovamente personale.

Tieniti informato: iscriviti ai nostri riassunti quotidiani e settimanali di notizie sull'aviazione

Tieniti informato: iscriviti ai nostri riassunti settimanali di notizie sull'aviazione.

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Il tempo sta per scadere

Tra il fuoco incrociato c'è la stessa Alitalia. La compagnia aerea è fallita dal 2017 e sopravvive solo grazie ai prestiti governativi. Tuttavia, l'ultimo round di finanziamento da 3 miliardi di euro deve essere approvato dall'UE per evitare di essere etichettato come "aiuto di Stato illegale". Dal 2008, Alitalia è costata ai contribuenti ben 5,4 miliardi di euro per restare a galla.

Senza questa spinta ai finanziamenti Alitalia corre il rischio di restare senza liquidità. La compagnia aerea ha pagato ai suoi dipendenti solo il 50% degli stipendi di marzo a causa della situazione finanziaria e presto potrebbe finire i fondi. Se ciò dovesse accadere, la compagnia aerea sarebbe costretta a mettere a terra tutti i voli e le operazioni fino a quando non verrà trovata una soluzione.

Alitalia potrebbe dover atterrare presto tutti i voli se non riuscirà a garantire presto ulteriori finanziamenti.

L'Italia potrebbe anche trattenersi dalla demolizione di Alitalia a causa delle possibilità di perdere la redditizia stagione estiva. Avviare una nuova compagnia aerea, compreso nuovo personale e aerei, entro luglio sarebbe un compito erculeo. Tuttavia, senza l'approvazione dell'UE, il governo può fare poco per aiutare Alitalia in questo momento.

Compagnia aerea più snella

Secondo un piano di turnaround proposto, la nuova Alitalia avrà 4.500 dipendenti e opererà solo 45 aeromobili. Ciò significherebbe ridurre della metà la forza lavoro e la flotta nei prossimi mesi. Altri rapporti suggeriscono che la compagnia aerea potrebbe avere una forza lavoro ancora più piccola nel tentativo di mantenere bassi i costi. Tuttavia, fino a quando la compagnia aerea non riceve il permesso di continuare con il suo turnaround, il tempo e la fortuna stanno finendo.